Il diario: libertà di sperimentare

Caro diario,

oggi ti scrivo in rima

E buona la prima.

Mi sono alzato

E ho seguito il fato

A scuola sono andato

E in un attimo sono arrivato

(Già otto righe ho scritto

E ne ho ricavato un profitto)

Mi sono alzato

E ho mangiato

A scuola sono andato

E bravo sono stato,

Un’orzata ho mangiato

E Giuseppe ha rigurgitato

Credevo fosse riso

E Giuseppe ha sorriso

Dopo pranzo ho sparecchiato,

Dopo ancora ho studiato

Sono andato a letto

E ho un libro sul petto.

– alunno IV elementare