Avvento 2020

Auguri e speranza: alziamo gli occhi e accendiamo la prima candela, cominciamo ad abituare la vista, perché presto arriverà la Luce per illuminare le genti.

Le battute su quest’anno si sprecano, a volte aiutano a sdrammatizzare, in altre occasioni scadono nel cinismo.

Di certo, indipendentemente dalla resilienza di ciascuno, quest’anno l’atmosfera è più cupa, le persone sono più distanti, c’è incertezza… ma anche quest’anno è arrivato l’Avvento, ieri abbiamo acceso la prima candela della corona, una piccola luce che viene ad abituare i nostri occhi e crescerà ogni settimana, perché tra 25 giorni potremo accogliere la Luce del mondo, la Speranza che viene a illuminare le genti.

Oggi tutta la nostra comunità si riunirà per la S. Messa, pregheremo per poter cogliere questo tempo di attesa, affideremo le nostre preoccupazioni a Colui che può tutto e lasceremo che la Speranza illumini il nostro cammino. Affideremo, come sempre, anche le intenzioni di tutti i nostri amici e sostenitori.

I nostri alunni hanno riflettuto sul tempo di Avvento, sul suo significato e sui segni che ci aiutano a viverlo bene. I più piccoli, durante le lezioni di arte, hanno realizzato una corona d’Avvento con la tecnica del quilling: oggi la porteranno a casa assieme alla grazia della celebrazione eucaristica, che si moltiplicherà nella famiglia di ogni alunno e di ogni amico della parentale Maria Mater Sapientiae.

Santo Avvento a tutti! Che ciascuno possa seguire il Cristo: «non camminerà nelle tenebre, ma avrà la luce della vita» (Gv 8,12).